Una mattina invernale allo Gnam

lunedì 11 febbraio 2013

Alexej Georgewitsch von Jawlensky (1864 – 1941) Sunset
Sono andata di recente alla Galleria d'arte Moderna Gnam di Roma a vedere la mostra su Paul Klee e la sua visione di Roma. Interessanti gli acquarelli, i video ed altre stimolanti iniziative per i bambini sul fare e creare il disegno partendo dalle forme astratte.Questo era il motivo di questa mia  passeggiata invernale...ma con sorpresa, all'entrata della Galleria, ho trovato un'inaspettata e piacevole installazione d'arte contemporanea.
Il pavimento della grande sala d'entrata era coperto interamente con tanti specchi rotti e scheggiati e con alcune statue in marmo dell'ottocento sparse sulla superficie luminosa.La gravità della materia delle sculture collocate a terra qua e là nella sala  faceva  da contrasto con la  leggerezza e la trasparenza degli  specchi sul pavimento.Il  camminare sopra il pavimento creava un "doppio" visivo; si scopriva un mondo al di là della superficie, un mondo amplificato senza confini, luminoso con i suoi riflessi, leggero: era uno spazio oltre la materia, uno spazio intangibile. Nell'attraversare la sala a piedi  non si sentiva  la fragilità o un senso d'incertezza nel camminare sullo spazio tridimensionale degli specchi , anzi al contrario si provava un senso di leggerezza  confermato dal collocamento delle statue in marmo a terra che riportavano alla gravità delle cose.
Installazione di Alfredo Pirri 2012
Statue in marmo di Antonio Allegretti, Girolamo Masini, Alfonso Balzico 1800. ATTENZIONE: il video ha la musica, se si vuole disattivarla farlo all'inizio.

 
Artessenza una proposta su come amare l'arte, la bellezza, l'armonia,la fantasia,  l'umorismo, la creatività, la spiritualità

 
¨¨¨¨¨¨°º©©º°¨¨¨¨¨¨¨¨¨¨¨¨°º©©º°¨¨¨¨¨¨¨¨¨
Benvenuto/a tra queste pagine.

¨¨¨¨¨¨°º©©º°¨¨¨¨¨¨¨¨¨¨¨¨°º©©º°¨¨¨¨¨¨¨¨¨

titolo del libro

titolo del libro
euro 16 pagine 118 da ordinare qui vedi box sotto Fare CLIK sulla foito di copertina

per scrivermi una mail

Nome

Email *

Messaggio *

Critica e bellezza

Il critico è colui che può tradurre in diversa forma o in una nuova sostanza la sua impressione delle cose belle. Tanto le più elevate quanto le più infime forme di critica sono una sorta di autobiografia. Coloro che scorgono brutti significati nelle cose belle sono corrotti senza essere affascinanti. Questo è un errore. Coloro che scorgono bei significati nelle cose belle sono persone colte. Per loro c’è speranza. Essi sono gli eletti: per loro le cose belle significano solo bellezza. Oscar Wilde

“L’uomo reca nell’animo sentimenti innati, che non saranno mai soddisfatti dagli oggetti reali ed è a tali sentimenti innati che la fantasia del pittore e del poeta daranno forma.”

“La novità risiede nello spirito che crea e non nella natura che è dipinta.” Eugène Delacroix

“L’arte scuote dall’anima la polvere accumulata nella vita di tutti i giorni”. Picasso

“La vita abbatte e schiaccia l’anima e l’arte ti ricorda che ne hai una”

“Nell’arte, abbastanza buono è l’ottimo”. Goethe

Per rimanere aggiornato Iscriviti ad Artessenza

come acquistare il libro

Il libro si può ACQUISTARE direttamente QUI
Inviarmi una e mail al box messaggi qui sotto
16 euro + 1,80
di spese spedizione



Edicola dei giornali dove si trova il libro

Edicola dei giornali dove si trova il libro
Roma-Via Adriano Fiori- di fronte al bar femata bus V.Kant 342 .311

Blogger templates

Most Reading

Copyrights

Per gli articoli scritti su questo blog:
Copyrights 2014 non copiare,alterare o trasformare gli articoli in modo parziale o totale, o modificarli. Tutti i diritti riservati

Ammesso il link.

Google+ Followers